Pronostici rispettati alla XX edizione della Maratona Città di Palermo – Banco di Sicilia UniCredit Group, che ha visto al via circa 1600 partecipanti, molti dei quali arrivati da oltre confine. A vincere è stato Carmine Buccilli dell’Atletica Casone Noceto (pettorale n° 10) che ha fermato il crono a 2h24’58. Una gara che l’atleta laziale ha sempre guidato e condotto, spalla a spalla, con il marocchino Mohamed Hajjy (Atletica Castenaso) (pettorale n° 9)  finito alle sue spalle con il tempo di 2h28’21. Terzo Vito Massimo Catania (Amatori Regalbuto) (pettorale n° 343) vincitore nella passata edizione, con il tempo di 2h47’34.

Per Buccilli una gara difficile più che per il clima per il percorso: “Al termine del primo dei due giri – ha affermato – stavo quasi per mollare, poi dopo il rifornimento del 26° chilometro il mio avversario (Mohamed Hajjy n.d.r.) ha mollato ed io ho ritrovato fiducia e smalto per continuare la mia gara e concludere in solitaria. Percorso bello ma insidioso, sono arrivato davvero stanco”. Come da copione anche la gara al femminile con Giusy Chiolo (Atletica Mazzarino) che ha tagliato per prima il traguardo con il tempo di 3h13’25, calando il tris di vittorie (2007, 2012 le precedenti) in questa manifestazione. Seconda l’atleta polacca Agnieska Lecka in 3h16’15, terza Maria Grazia Bilello (Club Atletica Partinico) in 3h26’21.

In precedenza si era chiusa la gara della mezza maratona, incentrata su un giro del percorso. Competizione anche questa secondo copione con il giovane Alessio Terrasi (Cus Palermo) primo con il tempo di 1h10’36. Gara autoritaria per Terrasi; partito forte, ha patito nella seconda parte della gara senza però mettere mai in discussione il suo successo finale. Secondo Filippo Lo Piccolo (Grottini Team) in 1h13’38, terzo Mohamed Idrissi (Polisportiva Menfi) in 1h13’44. Tra le donne podio tutto d’oltre lo Stretto: prima infatti è stata Gloria Giudici (Atletica Rovellasca). L’atleta di Appiano Gentile, reduce dal secondo posto alla maratona di Carpi, ha chiuso in 1h25. Seconda Raffaella Malverti (CorriFerrara) in 1h29’53, terza Lara Villa (Ravenna Runners Club) in 1h30’28. La gara in handbike ha visto la vittoria di Salvo Campanella (ASD Venti in Faccia), cinque gli atleti giunti al traguardo. Testimonial della manifestazione la tennista azzurra Roberta Vinci e la medaglia d’oro nella maratona di Seul ’88 Gelindo Bordin che si è presentato al via con tanto di pettorale correndo una distanza “personalizzata” di circa 12 chilometri. Ancora una volta a fare da cornice alla manifestazione è stata una giornata calda e soleggiata (forse troppo per chi ha corso) e i colori dei tantissimi atleti che hanno invaso il centro cittadino. Il bello della maratona di Palermo che nel suo ventennale ha rinnovato la tradizione.

 

Fonte: Maratona_Palermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *