La quarantesima edizione della Maratona di Barcellona si è conclusa ancora una volta sotto lo sguardo attento delle Torri veneziane che presiedono l’Avinguda de la Reina Maria Cristina e l’hanno fatto con il Kenya come suo principale protagonista.

Infatti due atleti del paese africano, Ruth Chebitok e Anthony Marítim , hanno vinto rispettivamente la categoria femminile e maschile.

Marítim ha tagliato il traguardo con un tempo di 2h 08 ’08’, superando il record dello scorso anno di 49 secondi ma rimanendo di 38 secondi dietro il record nella capitale catalana, e ha vinto per soli 18 secondi contro il suo connazionale Too Silas.

L’atleta di 31 anni ottiene così la sua seconda vittoria prestigiosa in questa disciplina dopo aver vinto anche la gara tenutasi a Linz (Austria), quando vinse ad aprile 2017 con un tempo di 2:09:11.

Secondo i dati dell’organizzazione, sono stati più di 17.000 i corridori che hanno partecipato a una giornata in cui gli atleti hanno visitato i luoghi più emblematici della città.

Tra i più importanti, si evidenzia il passaggio attraverso la Sagrada Familia, la Pedrera, il monumento a Colombo, il Camp Nou o la torre Agbar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *